.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
arte
6 novembre 2018
ANTONIO RONDONI, pittore (pseudonimo: Ron Redi)

40057893_2141837372770705_5507543461101830144_nBiografia: Antonio Rondoni (nome d’arte Ron Redi) nasce a S. Pietro in Lama, provincia di Lecce, nel 1945, dove il padre, durante il secondo conflitto mondiale, milita nell’aviazione, ma subito dopo, lasciato l’esercito, se ne torna con la famiglia nella sua città, Domodossola. Per Antonio, fin da piccolo, carta e colori sono i suoi giochi prediletti. La scuola non lo appassiona, anzi si dimostra svogliato, per cui i genitori lo indirizzano in un Collegio di Torino, dove termina gli studi. Tornato a Domodossola, entra a far parte di un’importante Società pubblicitaria, come grafico.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 6/11/2018 alle 16:38 | Versione per la stampa
letteratura
31 ottobre 2018
"Andromia", il nuovo romanzo di Giorgio da Valeggia

 

Nuovo libro del pittore Giorgio da Valeggia che è ormai giunto alla quintacopertina andromia.JPG pubblicazione, a partire da “La mia anima ed io sul cammino di Santiago”, edito a Milano dieci anni fa da ControCorrente, a cui sono seguiti “La Barca della Provvidenza” (2010), “Nulla si è compiuto” (2013), “Il lungo filo rosso” (2016). Abituato a trovare “aperture” che lo proiettino di qua e di là dal mondo visibile e “invisibile”, con inverosimili cavalcate nel tempo e nello spazio, l’autore, anche in questo romanzo, “Andromia(Ed. Press Grafica - editing di Laura Savaglio), palesa una brillante inventiva e “prevede” ciò che potrebbe accadere fra non molto alla nostra terra, come del resto aveva già anticipato e raffigurato con la sua magica arte del pennello.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 31/10/2018 alle 15:4 | Versione per la stampa
LAVORO
31 ottobre 2018
SONIA CAPPINI: “Sapori e profumi in cucina dei miei ricordi e non solo”

VILLETTE (VB) – Sonia Cappini, che ha collaborato con i genitori e la sorella nellacappini foto copertina gestione di una trattoria-ristorante di Re, ha pubblicato le sue ricette, legate alla tradizione vigezzina, nel libro <<Sapori e profumi in cucina dei miei ricordi e non solo…>>. Primi e secondi piatti gustosi, dolci, ma anche caffè, tisane e liquori finali di ottimi pasti che non dovrebbero scomparire. Quelle semplici portate di buon cibo, almeno in parte, andrebbero riportate sulle nostre tavole, perché oggi non si assaggiano spesso: nervìtt in insalata cun i fas??i, pasta e bazan, ris in cagnun, süpa da magar, minestrun at tripa, pulenta e füünz o cuncia, turta vigezzina e così via per più di cento ricette miste.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 31/10/2018 alle 14:35 | Versione per la stampa
arte
24 ottobre 2018
La “VIA VITIS” di Sergio Bertinotti: intervista a Pier Franco Midali


BLRJE7031[1]Sarà presentata il 1° dicembre, alle ore 17, nella Sala Convegni del Monte Calvario di Domodossola la singolare idea per un “percorso” dedicato alla vite e al vino, lungo il quale si dislocherà un ciclo di opere di Sergio Bertinotti, all’interno di cantine e torchi  in diverse località ossolane. Per l’occasione saranno esposti i bozzetti preparatori della “Via Vitis” dipinti dal pittore di Mergozzo, che ha già terminato anche le opere definitive (ma queste saranno oggetto di una successiva mostra). Presenzieranno Sindaci, rappresentanti di Enti e Associazioni, ma l’incontro, curato da Pier Franco Midali, è aperta anche a persone interessate e al pubblico.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 24/10/2018 alle 17:1 | Versione per la stampa
arte
20 ottobre 2018
ALVISE MONESI: LE EMOZIONI DELLA MEMORIA

Espone alla Galleria degli Artisti di Milano (via Nirone 1) dal 15 al 21 novembre 2018 (inaugurazione mercoledì 14 alle ore 18 – presentazione di Licia Spagnesi)

SXWK8267[1]Alvise Monesi è nato a Melara (Ro) nel 1954: Diplomatosi al Liceo Artistico di Brera, ha conseguito nel 1979 la laurea in Architettura al Politecnico di Milano. Attualmente vive ad Arosio (CO) con studio in via Ghisallo 6. Scrive, concludendo, Licia Spagnesi (giornalista e redattrice di “Arte”) nella presentazione del catalogo : <<Chi visita una mostra di Alvise non si porta a casa angoscia, oppressione, perché la visione dell’artista è comunque serena, pacificata, carica di ottimismo. Negli ultimi lavori Alvise Monesi è sempre più se stesso: un pittore, affascinato dall’aspetto manuale del suo lavoro e aperto alle sorprese che la pittura sempre riserva>>. Riportiamo qui la “lettera all’amico artista”, pubblicata nel catalogo, di Giuseppe Possa,  che di Monesi fu collega di lavoro.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 20/10/2018 alle 3:20 | Versione per la stampa
arte
13 ottobre 2018
MARIO BELTRAMETTI: UN PITTORE TRA PAESAGGIO E PROBLEMATICHE SOCIALI

Lutto nel mondo dell’arte ossolana: è scomparso, il 4 ottoindexbre 2018, Mario Beltrametti, pittore di Crevoladossola (VB), nato a Ornavasso nel 1941, noto soprattutto per le nature morte e i paesaggi che ha dipinto, lungo i sentieri delle nostre valli. Saltuariamente si è anche dedicato a un’appassionata ricerca sui problemi dell’uomo e dei suoi valori, con quadri di vibrante polemica sociale, dedicati all’ecologia, alla Resistenza, alla guerra, alle lotte per la libertà, con cui denunciò la prevaricazione e l’autoritarismo politico, la corruzione, lo sfruttamento, di ogni tempo e di ogni luogo. Per ricordarlo, pubblichiamo un ricordo di Giuseppe Possa, che in più occasioni scrisse di lui e gli presentò alcune mostre.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 13/10/2018 alle 22:9 | Versione per la stampa
letteratura
8 ottobre 2018
Rita Rossello: “Anime senza spazi” (poesie) – Centro Minerva Edizioni

Alcuni poeti autentici rimangono spesso sconosciuti per una scelta personale, magari anche dopo aver pubblicato una raccolta degna di lode, poiché ritengono le loro liriche troppo legate a un estro effimero degli anni giovanili. Col trascorrere del tempo, però, può darsi che quella silloge torni tra le mani e si finisca per giudicarla ancora attuale. Infatti i versi, quando sono autentico afflato dell’animo umano, sono sempre validi e non scontano mai l’usura del tempo. Capita così, seppure con una certa ritrosia, di farla poi leggere a un critico, a cui è piaciuta e che ha rilasciato un giudizio positivo, per rendersi conto che quei componimenti erano un canto elevato della propria coscienza interiore, viva e attenta ai sentimenti più significativi della vita. Che sia per questo che mi trovo a leggere la raccolta “Anima senza spazi” di Rita Rossello, edita da Minerva Edizioni, pubblicata anni fa e troppo frettolosamente abbandonata dall’autrice sugli scaffali di casa?



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 8/10/2018 alle 14:0 | Versione per la stampa
5 ottobre 2018
BANDO PER CONCORSO ARTISTICO “GIOVANARTE 2018” - UNDER 35 - QUARTA EDIZIONE

premio piacenza

Associazione culturale "Amici dell'arte", via San Siro 13, 29121 Piacenza.

Bando completo del Concorso artistico “GIOVANARTE 2018” - UNDER 35 - QUARTA EDIZIONE comprensivo della scheda di partecipazione su: http://www.amicidellartepc.it/index/altre-attivita/show/giovanarte-2018/2018.html



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 5/10/2018 alle 12:52 | Versione per la stampa
arte
4 ottobre 2018
PERCEZIONI EMOZIONALI NELLA PITTURA DI CRISTIANO PLICATO

Urto di masse sovrapposte e colori ribollenti, nel segno dell’armonia. Scavi febbrili28577673_10215985395853725_8301187527450811076_n.jpg tra inquietudini e tormenti umani, ma con un occhio alla speranza. Paesaggi espressionisti intrisi di gioia poetica. Ha esposto in un centinaio di mostre personali in Italia e nel mondo.

Cristiano Plicato è un pittore vitale che ha trasfuso nei propri dipinti tutta la sua libertà segnica e cromatica. Dal magma del quadro la sua energia lirica – tra forma ed astrazione – crea masse materiche, racchiuse attorno al nucleo germinante delle immagini, unitamente a toni e semitoni taglienti, in un risalto di colori ribollenti, ma armonici.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 4/10/2018 alle 10:19 | Versione per la stampa
letteratura
14 settembre 2018
Franco Sgrena: Novant’anni da ribelle

MASERA - Conosco Franco Sgrena dagli anni Ottanta, da quando m’incontravo con suo figlio Ivan (pittore talentuoso, perito tragicamente durante una scalata; di recente gli è stata dedicata una retrospettiva all’Acli di Villadossola:

https://pqlascintilla.wordpress.com/2018/07/31/ricordo-di-ivan-sgrena-pittore).

Sapevo del suo impegno politico in quegli anni, ma ben poco del suo passato che asgrena rapppresi, a grandi linee, quando lessi il libro di Benito Mazzi “La ragazza che aveva paura del temporale” (L’avventurosa e quasi leggendaria storia di Antonietta, moglie, appunto, di Franco detto “Ranca” contrabbandiere e partigiano in Val d’Ossola dell’ottava Matteotti:

http://pqlascintilla.ilcannocchiale.it/2012/01/25/benito_mazzi_la_ragazza_che_av.html).



continua >>
sfoglia
ottobre       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 2156053 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>